Che vuol dire vivere in un Parco

Vivere in un’isola non è come vivere “in continente”, ci sono diversi elementi che rendono la vita insulare un po’ disagiata come: i trasporti per raggiungere la terraferma, tempistiche per il servizio postale, i prezzi per il commercio al dettaglio e altro ancora.

Però vivere in un’isola, vivere all’isola d’Elba, ha anche tanti lati positivi. Moltissimi hanno a che fare con il contatto con la natura. E che natura.

L’Elba infatti fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Nato nel 1996, copre 79.160 ettari, coinvolge 11 comuni e due province (Livorno e Grosseto). In pratica metà dell’isola è tutelata dal Parco (anche attraverso l’istituzione di una area marina protetta).

Il Parco è il più grande del mediterraneo considerando che sotto la sua tutela ci sono tutte e sette le isole dell’Arcipelago: il Giglio, Giannutri, Gorgona, Montecristo, Pianosa, Capraia e naturalmente l’Elba.

La sorveglianza all’interno del Parco è garantita da accordi con il Corpo Forestale dello Stato e la Capitaneria di Porto di Livorno.

Per quanto riguarda l’Elba questa ha anche una piccola area marina protetta, come si accennava prima che va da Punta Falcone a Capo Bianco, in località Ghiaie.

Cosa non puoi fare in mare

  • Pesca professionale
  • Pesca sportiva

Cosa puoi fare in mare

  • Pesca con lenze da terra 
  • Pesca con totanaie

Il Santuario dei Cetacei – all’interno del Parco Nazionale Arcipelago Toscano

Insieme alla piccola area marina protetta l’isola d’Elba è parte anche del cosiddetto “Santuario dei cetacei”, o meglio del “Santuario Internazionale per i Mammiferi Marini”. Internazionale perché venne creato nel 1999 grazie ad un accordo tra Italia, Francia e Principato di Monaco.

Il Santuario copre una superficie di 96.000 ettari marini e, con una forma a quadrilatero, copre l’area che va a nord della Sardegna fino a raggiungere le coste di Francia, Principato di Monaco e ovviamente Italia.

parco nazionale arcipelago toscano santuario cetacei

Il Santuario dei Cetacei. Immagine realizzata dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano

Questo comporta alcune regole da rispettare per la navigazione delle imbarcazioni che incontrano gli abitanti marini (per esempio moderare la velocità, non disturbare i cetacei e mantenere la rotta costante), ma soprattutto, per chi vive sull’isola, la presenza dei cetacei porta con sé interessanti, spettacolari visite estive: quelle dei delfini.

Capita infatti che si possa incontrare qualche abitante marino anche solo passeggiando per la Calata, vicino al porto di Portoferraio, proprio là dove attraccano le navi! Non ci credi? Guarda le foto della gallery realizzate proprio dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano a largo delle coste 🙂

Un esempio di cosa può succedere quando si viene all’Elba, nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

Share:
4 comments
Che vuol dire vivere in un Parco

Related Posts

4 comments

Join the conversation
  • Come Visitare Montecristo - Tesi Viaggi Blog - 24 Settembre 2018 reply

    […] premesse d’obbligo. A gestire le trasferte verso Montecristo è il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano (PNAT) che ogni anno rilascia un […]

  • Mercatini di Natale all'Elba e in Toscana - Tesi Viaggi Blog - 10 Dicembre 2018 reply

    […] dicembre il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano organizza un laboratorio dedicato al Natale Ecologico. Si tratta in realtà di una serie di […]

  • L'isola in Tavola - Tesi Viaggi Blog - 15 Marzo 2019 reply

    […] Provinciale di Livorno, con la collaborazione dell’Accademia Italiana della Cucina e il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, organizza la rassegna culinaria “L’isola in Tavola” che questo anno sarà anche […]

  • Elbabook - Tesi Viaggi Blog - 5 Agosto 2019 reply

    […] si finanzia in due modi: con un supporto pubblico, grazie al Comune di Rio ovviamente, ma anche al Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e alla Regione Toscana; ma Elbabook è reso possibile anche grazie al supporto di finanziamenti di […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.