Elbaman: cosa è successo nell’edizione 2017

Foto credits: Elbaman

Elbaman 2017 non si è tenuto, l’organizzazione infatti ha preferito annullare l’evento, poco dopo i nastri di partenza, per garantire l’incolumità dei partecipanti.

Noi avevamo il team “Tri Old Hens“. Le nostre tre atlete che hanno provato a gareggiare durante la passata edizione del triathlon, ci raccontano come è andata la giornata dal loro punto di vista.

Sei arrivata lì a Marina di Campo per Elbaman 2017 e cosa hai fatto? Cosa è successo?

Anna: Arrivata a Campo per aspettare partenza della nuotatrice e poi della ciclista , la squadra è squadra, ed era pure forte, ho tenuto compagnia a Sofi che era la prima a partire, mentre Elena avrebbe dovuto controllare la bici prima di partire.

Sofi: Non volevo arrivare troppo presto, la tensione si accumula se c’è troppo tempo. Sono arrivata a Marina di Campo, mi sono messa subito la muta, mi sono diretta a vedere il mare… bene onda giusta acqua calda.

Ho salutato Elena la ciclista. Ironmen sono partiti…. mancava poco le boe sembrano lontanissime ma.. tocca a noi. Allora via nella bassa le prime bracciate sono sempre le peggiori, dopo i primi 300mt circa si comincia a prendere un buon ritmo. Alla prima boa c’era già un po’ di mischia, poi un po’ di onda, ma è proprio lì che si vede la differenza tra nuotare in mare o in piscina e io sono un pesce di mare non d’acqua dolce…

Quando ha iniziato a piovere il mio primo pensiero è stato “poveri ciclisti”. Tra una bracciata e l’altra ho visto un paio di ragazze attaccarsi alle canoe e a dire il vero mi sono galvanizzata un po’ perché io mi sentivo tranquilla. Poi però la pioggia si è fatta molto forte non si vedevano più le boe, ma non ero sola, quindi bastava seguire quello davanti. Ad un certo punto poi sono iniziati i lampi (impressionanti quando scaricano sul fondo del mare!). Noi tutti abbiamo continuato a nuotare e a un certo punto ci siamo accorti che ci stavano richiamando a terra. La gara era stata soppressa. Mi sono detta “no! Perché?!” Il motivo l’ho capito solo quando sono arrivata a terra, uscita dal mare ho continuato a correre con l’acqua sopra le ginocchia fino ad arrivare alla macchina, sono entrata con la muta occhialini e cuffia in testa. In a mare non ci rendevamo conto di cosa fosse successo.

Dopo tanta preparazione e dedizione: cosa è rimasto?

Anna: Per me non è stato un problema, io sto preparando una maratona che dovrei correre a breve, niente è perduto! 🙂

Sofi: Esperienza bellissima! Amarezza di non aver passato il testimone, di non aver attraversato il traguardo con Anna, ma ho rotto il ghiaccio e ora so di poter portare nuotare bene 3800mt in mezzo ad una tempesta!

Quando hanno deciso di annullare l’evento? Come ve lo hanno comunicato? E cosa è successo dopo?

Anna: Pioggia fulmini caos paura, annullamento poi conferenza stampa per comunicazione ufficiale. Dopo tutti gli atleti si sono organizzati: nuoto, corsa, bici. Ognuno ha scaricato adrenalina come poteva.

Sofi: Ci hanno avvisato in mare a 1000mt dalla riva, c’era poco da fare se non nuotare comunque fino al traguardo.

Ci rivediamo al prossimo Elbaman?

Anna: La squadra è consolidata, contiamo su Elbaman 2018. Una esperienza indimenticabile!

Sofi: …… 🙂

No comments
Elbaman: cosa è successo nell’edizione 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.