Cristina, Andrea e l’Elba Kitchen Club

Capoliveri è forse il paese che più di altri sa attrarre piccoli artigiani (Vulca per esempio), botteghe e attività. Non è una difficile quindi comprendere perché Cristina abbia scelto questo piccolo paese dell’est elbano. Ma andiamo con ordine.

Cristina Lázaro Ruiz nasce a Talavera de la Reina, vicino Toledo, regione Castiglia-La Mancia, poco sotto Madrid verso il Portogallo praticamente il centro della penisola iberica.

Andre Conte invece è autoctono, capoliverese. Dopo anni passati proprio in Spagna a lavorare per “La Dolce Vita” (si chiamava così il suo ristorante) ha sentito il richiamo di casa e così eccolo qui, a Capoliveri.

Come è nata l’idea di trasferirsi all’Elba e aprire Elba Kitchen Club

Quando è nata la nostra prima figlia, avevamo bisogno di un grande cambio di vita, ci siamo accorti che le nostre vite professionali in quel momento non erano compatibili con l’essere genitori, perciò abbiamo deciso di trasferirci all’Elba. Andrea è tornato a casa sua ed io sono venuta a vivere qui per la prima volta.

Ci racconta Cristina. Una scelta la loro fatta per la famiglia ma anche per una questione di bilanciamento vita-lavoro:


L’isola d’Elba è un paradiso per crescere un bambino
, un posto incantevole dove poter conciliare la vita famigliare con la vita lavorativa.
Dopo aver venduto il suo locale in Spagna ed esserci trasferiti all’Elba Andrea si è preso una pausa dalla ristorazione, ma aveva voglia di tornare al suo settore, chi ha la passione per la cucina difficilmente riesce ad abbandonarla.

Se però Andrea partiva avvantaggiato perché del settore, Cristina no la sua storia parte da lontano e da tutt’altro settore.

La mia vocazione è l’archeologia senza dubbio, ma avevo bisogno di un cambio nella mia vita professionale. Provengo da una famiglia d’imprenditori, in diversi settori e mi piace molto la gestione degli eventi, quindi sono entusiasta di questa nuova avventura. Io vengo da Talavera de la Reina, Toledo, nel centro della Spagna. Sono Archeologa e in Spagna avevo la mia ditta di archeologia specializzata in archeologia preventiva, nel restauro dei monumenti e nelle consulenze sulla la gestione del patrimonio agli enti pubblici. Ho scavato in Portogallo, Israele, Italia e in Spagna da Madrid alla Galizia alla Andalusia. Ho studiato un anno a Firenze con una borsa Erasmus. Arrivata all’Elba ho avuto la bellissima occasione di dirigere i lavori di scavo archeologico del Castello del Volterraio e della Chiesa di San Leonardo con il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, ho collaborato alle ricerche storiche e alla redazione del libro sull’organo del Santuario della Madonna delle Grazie di Capoliveri.

Un lavoro per due, o forse no

Cristina ci racconta come funziona la quotidianità del loro lavoro dove emerge la vocazione internazionale del “club”.

Siamo in due, Andrea Conte il nostro chef residente e io, Cristina Lázaro Ruiz, proprietaria e direttrice della scuola. Abbiamo dei collaboratori occasionali secondo le necessità, per ora, a parte la serata con Montefabbrello e lo Chef Massimo Poli, abbiamo portato uno Chef spagnolo, Luis Asensio di Valencia, una cuoca thailandese Nee, una messicana Natalia Chávez e una pasticcera Stefania Barreca.

Collaboriamo con diversi chef e siamo sempre aperti a nuove collaborazioni. Per collaborare con noi basta che inviare una mail a info@elbakitchenclub.com e ci metteremo d’accordo con i dettagli e le date.

Non ci resta che augurare a Andrea e Cristina buon lavoro 🙂

No comments
Cristina, Andrea e l’Elba Kitchen Club

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.